Liceali: strategie per ricordare!

Liceali: strategie per ricordare!

“Per migliorare la memoria non è necessario essere dei fenomeni, basta incrementare un particolare tipo di attenzione, quella selettiva”.

Lo affermava anni fa Alberto Oliverio, ex direttore dell’Istituto di Psicobiologia e Psicofarmacologia del CNR di Roma, attualmente ancora professore di Psicobiologia all’Università “La Sapienza”.

“Salvo vere e proprie malattie – sosteneva Oliverio – i limiti della memoria dipendono da una scarsa capacità di prestare attenzione, e quindi di codificare le esperienze in modo valido e duraturo”.

Un ragazzo che non ricorda nulla della lezione appena svolta, non ha problemi di memoria bensì di attenzione e motivazione.

Per migliorare la memoria, si deve incrementare la cosiddetta “attenzione selettiva”, che implica anzitutto un coinvolgimento dei sensi attraverso cui è percepito il messaggio: per esempio, prestare maggiore attenzione alle sue caratteristiche visive, uditive, gustative, olfattive e tattili.

In poche parole: attraverso i famosi cinque sensi.

La Programmazione neuro-linguistica si è soffermata sull’importanza di usare e sviluppare i cinque sensi sin da quando è stata creata da Bandler e da Grinder ed è stato un vero piacere, per me, scoprire che anche un esimio Professore come Alberto Oliverio, si è soffermato sull’importanza di coinvolgere al massimo i cinque sensi nell’apprendimento.

Giancarlo Fornei

 

 

Chi è il Campus Online dei Liceali

 

liceali1234

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: